Publbox: l’alternativa a Canva che batte l’originale e costa meno

Canva è indubbiamente uno dei tools per la creazione di grafiche online più diffusi del web: i motivi del successo vanno imputati sicuramente alla facilità d’utilizzo del tool e all’aggressiva campagna pubblicitaria. Praticamente cercando su Google “creare grafiche online” Canva è tra i primissimi risultati suggeriti. Ma è tutto oro quello che luccica?

Il servizio può contare anche dell’app Canva disponibile per smartphone/tablet per permettere il Canva login (okay, stiamo esagerando) anche in mobilità. Siamo sicuri che l’abbinamento pubblicità aggressiva e diffusione vi starà accendendo delle lampadine: quanto costa? Ci sono alternative? Analizziamo il tool per una panoramica più efficace.
Spoiler sull’ultima domanda: si, ci sono alternative. Eccome se ci sono.

Canva: pregi e difetti

Partiamo dai pregi: la facilità d’uso di Canva è sicuramente una delle caratteristiche più apprezzate del tool americano. Pochi click e abbiamo una grafica per social, documento o persino un logo pronto.

Altra caratteristica sicuramente di peso è la vastità della libreria di grafiche presente: dai documenti alle grafiche per i social. Il tutto ovviamente copre una necessità: la creazione di contenuti di qualità e catchy per il web.

Da sottolineare anche la possibilità di aprire un account gratuito che invoglia a testare il servizio, salvo poi notare le pesanti limitazioni (salvataggio, dimensioni ecc.).
Di contro non esistono soluzioni a pagamento unico ma solo con abbonamenti mensili o annuali.

Quest’ultima rappresenta un ostacolo importante per l’utilizzo costante e professionale del servizio in quanto con un costo mensile di 13€ (o 156€ annuai) per il primo livello (non parliamo del pacchetto più completo) non rappresenta di certo una soluzione economica.

Altra nota negativa invece è rappresentata dal limite naturale della piattaforma: Canva si occupa esclusivamente della realizzazione della grafica.
Non c’è quindi alcuno strumento a supporto come ad esempio programmazione, monitoring dei risultati, marketing e copywriting.

Il tutto implica quindi la necessità di integrare queste mancanze con almeno altri 3 servizi, il che si trasforma in un aumento di costi significativo arrivando ad almeno 50€ mensili o 600€ annui.

Lato app invece il supporto è completo: sono disponibili apps sia per smartphone che per tablet, sia per iOS che Android.

Alternativa a Canva: PublBox

Ad un paio di anni dall’uscita di Canva si è formata una folta concorrenza di servizi pressochè equivalenti all’originale, difetti inclusi: prezzi alti per la versione completa, assenza di strumenti di supporto per le attività, assenza di supporto in fase di scrittura dei copy o claim.

Questo fino ad un paio di mesi fa ovvero all’uscita di PublBox.
PublBox, come indica il nome, è letteralmente la cassetta degli attrezzi di chi pubblica sul web: una soluzione completa dalla A alla Z per la realizzazione di contenuti web.

Si compone di cinque strumenti: Calendario Smart, Supporto Copywrite, Graphic Designer, RSS Reposter, Results Analyzer.

Partiamo ad analizzare il Calendario Smart: sostanzialmente si tratta dell’agenda di un professionista del web. E’ possibile programmare post, impostare promemoria sulla pubblicazione di posts sui social (o farlo automaticamente), creare un team per condividere impegni ed agenda e molto altro.
Insomma un Google Calendar dei professionisti del web, due punto zero.

Il secondo tool è di supporto al Copywrite: più di 4000 frasi, claim e descrizioni per posts pronte all’uso suddivise per categoria; il tutto multilingua. Una risorsa preziosissima per creare contenuti efficaci, senza perdere ore per pensare a descrizioni inefficaci.

Graphic Designer invece è l’equivalente di Canva: in tutto e per tutto è un similare dell’applicativo, con l’aggiunta della divisione per categorie. Poco da aggiungere dato che sicuramente conoscerete il tool da cui prende spunto.

RSS Reposter è uno strumento per automatizzare la pubblicazione dei contenuti sui canali sociali: basta aggiungere le fonti di notizie (magazine, giornali, blog e qualsiasi fonte web) e automaticamente verranno postate sui canali sociali. Un metodo veloce e conveniente per tenere aggiornati i social senza dover pubblicare esclusivamente contenuti originali.

Results Analyzer, ultimo strumento di questa PublBox, è un eccezionale tool di analisi delle performance dei vostri canali sociali: posts, video e ogni contenuto viene analizzato per individuare punti di forza e strategie di crescita.

Si ma…quanto costa?

Avere una suite completa, facile da usare ed efficiente come PublBox comporta sicuramente dei costi: i pacchetti partono da 12€ fino ad arrivare a 50€ al mese.

Grazie però alla selezione di SumoApp potrete garantirvi PublBox a vita per soli 45€ (o 49 dollari).
Esatto, è un risparmio superiore al 100% per un acquisto unico.
Nessun pagamento mensile ed una suite completa per lavorare: il tutto per meno di 50€.

Qui la promozione con i dettagli: durerà pochi giorni ed è a quantità limitata quindi…chi prima arriva meglio alloggia.

In conclusione

Canva è un buon tool per lo scopo per cui è pensato: pecca però di costi alti e mancanza di vitali servizi di lavoro. PublBox invece è una suite completa che eredita tutti i pregi di Canva e se siete rapidi/fortunati lo pagherete una sciocchezza per un acquisto a pagamento unico.

 

 

Domande? Dubbi? Dì la tua!